Una lettera per Aaron gigolo.

 In Blog

una lettera per aaron gigolo:

”le nostre belle emozioni”

Ed eccomi qui, dopo una lunga e faticosa giornata di lavoro distesa sul mio letto, a guardare le travi a vista della mia stanza. Fuori c’è il temporale, sento la pioggia battere forte sopra la mia testa, un rumore quasi assordante che sovrasta la musica rilassante che ho scelto come colonna sonora dei miei pensieri di questa sera. Provo a leggere qualche pagina di un libro noioso ma utile..ci provo ma non ci riesco, il pensiero di lui nella mia testa non mi fa capire cosa sto leggendo, ed anche il gatto sornione mi guarda come se già sapesse che non c’è l’avrei fatta neppure stasera a non pensare a lui.

Le immagini nella mia mia mente mi riportano a pochi giorni fa, quando lui era con me, quando lui era per me.
Era da tempo che attendevo il nostro incontro, lui, d’altronde, ha i suoi impegni ed una sfilza di appuntamenti che potrebbero fare invidia a chiunque. Ogni giorno che passava si avvicinava sempre più il mio di appuntamento e l’adrenalina che scaturiva quel pensiero mi faceva sentire viva. Da quanto non mi sentivo più così..
La vita spesso ti mette di fronte a tante difficoltà e a volte da soli non si ha la forza di risalire,hai bisogno di qualcuno che ti aiuti in qualche modo a rialzarti, a riprendere le forze, a ritrovare la fiducia in se stessi e far sparire certe idee alquanto drastiche.
Ripenso ai giorni prima di rivederlo,in tutta la sua bellezza e virilità. L’ansia cresceva sempre più, come il desiderio nelle vene di averlo avvinghiato al mio corpo e vicino alla mia anima.
Ed ecco che arriva il giorno fatidico. Ovviamente la notte precedente è impossibile cercare di prendere sonno,pur sapendo che poi borse ed occhiaie avrebbero fatto capolino sul mio viso e non sarei stata al top agli occhi suoi.
La mattina, sveglia presto, un caffè in compagnia del marito, come se fosse un giorno qualunque, x togliere qualsiasi sospetto ma con il terrore che potesse leggere l’ardore che avevo in corpo x la voglia di incontrare il mio bellissimo amante. La solita passeggiata al lago, utile x disperdere un po’ di agitazione e riprendere il controllo di me stessa e poi inizio a prepararmi x la mia serata.
Questa volta ho voluto che fosse il mio lui ad organizzare la serata, solitamente non lo faccio, io, maniaca del controllo..ma lui è il mio contrario di tutto, lui è la sfida con me stessa, lui, la chiave del lucchetto della gabbia dove mi sono rinchiusa per troppo tempo.
Un’amica mi tiene compagnia, mi tiene anche il gioco, per forza, sono una donna sposata, non dovrei fare certe cose, ma nella vita sto imparando che non sempre le cose vanno come ti aspetti che vadano. Un’amica vera, che non giudica,ma che vuole solo il mio bene,che sia felice, anche solo x un momento.
Manca proprio poco all’ora dell’appuntamento, la mia amica ed io decidiamo di prendere un aperitivo in centro, x stemperare l’ansia e l’agitazione che sale sempre più. Due risate, due battute, una foto ricordo e nel mentre sorseggiamo il nostro coktail arriva un messaggio. Lui è pronto, mi aspetta in camera, non mi dice altro. Troverò tutte le indicazioni al mio arrivo.
Le gambe iniziano a tremare, i tacchi vertiginosi non aiutano l’equilibrio ma l’adrenalina che si scatena è come droga nelle vene.
Arrivo davanti la porta della stanza che ho scelto per noi. Questa è l’unica cosa a cui ho pensato x questa sera. Trovo un biglietto sulla porta, mi dice che un percorso sensoriale mi attende: vista, udito, olfatto, tatto e gusto sapranno portarmi oltre i miei limiti. Apro la porta della stanza, una musica molto sensuale risuona, davanti a me un piccolissimo salottino in stile vittoriano dove candele accese sparse qua e là rendono l’atmosfera molto romantica.
Ecco che una nuova busta mi attende attaccata alla porta che porta alla camera da letto. Inizio a tremare, tutto questo è molto intrigante e seducente, mi sento già fuori dalla realtà e so di essere solo all’inizio.
Il testo cita una parola bellissima, una semplice parola che nell’ultimo periodo della mia vita ho accantonato, dimenticato, rinchiuso in un cassetto:la passione.
Per non arrendersi, per non rassegnarsi,per vivere ci vuole passione e lui è pronto a darmela questa sera, pronto a farmi ricordare il suo vero significato, pronto a farmi entrare nel suo mondo.
Entro in camera da letto e noto altre candele che continuano la danza  delle loro fiammelle flebili ma delicate,la musica ti penetra l’anima, sul letto un’altra busta: mi chiede di stendermi sul letto, nuda, una benda di seta nera appoggiata sul cuscino mi aspetta x coprirmi la vista e delle cavigliere per legarmi al letto. Non ultime,un paio di manette mi serviranno per immobilizzare le mie mani. È così che mi desidera, è così che io voglio iniziare questa notte magica.
Ora sono immobilizzata, non vedo nulla di ciò che mi circonda, posso solo ascoltare la musica, faccio un respiro profondo ed aspetto. Dopo un tempo indefinito sento un liquido caldo scivolare sulla mia pancia,il palmo della sua mano con delicatezza lo spalma sul mio ventre e a seguire lo fa su tutto il mio corpo. Il profumo sensuale di questa cera calda inebria la stanza, il mio corpo è rapito da brividi di piacere, le sue labbra morbide avvolgono le mie facendomi impazzire di desiderio. Quanto ho aspettato le sue labbra ed i suoi baci passionali. Le nostre lingue si cercano, si studiano, si stuzzicano, si mordono. Posso sentire il suo profumo, una fitta mi attraversa il corpo finendo il suo percorso in mezzo alle mie gambe.
Quanto lo desidero….  Il fatto di essere immobilizzata mi fa impazzire, non lo posso vedere, non lo posso toccare, è una tortura per me. Il gioco si ferma. Non lo sento più, lo voglio, lo voglio, dove è finito??? Non faccio in tempo a finire di formulare la frase nella mia testa che lui mi penetra, il suo membro si muove con vigore dentro di me, il mio respiro si fa corto. Mi possiede, sono tutta sua, sono alla sua mercé, può fare di me ciò che vuole ed ogni suo desiderio per me è un piacere poterlo soddisfare. È questo ciò che più mi piace, è questo che voglio da lui.
Mentre in nostri corpi si muovono sotto i suoi colpi, lui mi toglie la benda. I nostri occhi si incontrano..magia pura! Quanto è bello il mio uomo, non posso credere che sia qua per me. Non smettiamo di fissarci, i nostri occhi sono come magneti e non vogliono perdersi nemmeno uno sguardo, una smorfia, un brivido. Voglio toccarlo, voglio baciarlo, voglio sentire la sua lingua su tutto il mio corpo. Si ferma, rimane dentro di me, mi prende il seno tra le mani e lo bacia, mi mordicchia i capezzoli. Inarco la schiena, il piacere è molto intenso. Non riesco più a controllare il mio corpo, mi sta facendo andare oltre i miei limiti.
Ora ho le mani libere,  posso accarezzarlo finalmente, posso toccare il suo corpo perfetto e scolpito. Lui mi guarda, gli prendo la testa tra le mani, lo indirizzo in mezzo alle mie gambe. La sua lingua assaggia la mia rosa bagnata dai miei umori, dolci tocchi leccano fuori e dentro di me. Sento il clitoride indurirsi sempre più, le mie dita stringono i suoi capelli mentre le sue mi penetrano cercando l’apice del piacere.Le gambe iniziano a tremare,sento che sto perdendo il controllo del mio corpo, il respiro si fa sempre più corto, la sua lingua sempre più insistente, eccolo, lo sentiamo crescere dentro di me, sta arrivando.. forti spasmi di piacere invadono il corpo in estasi. Lo guardo, lussuriosa, intento a succhiare ogni singola goccia del mio orgasmo. Ora è il mio turno. Prendo il suo membro turgido ed eccitato nella mano e lo accompagno in bocca. La lingua lo lecca,le labbra lo avvolgono. Lo voglio, mi piace, adoro sentirlo crescere sempre più nella bocca, farlo arrivare fino in gola,averlo tutto dentro. Lo guardo, negli occhi, il suo sguardo è perso nel suo godimento e ciò mi eccita e mi incita a continuare per poter vedere quell’immagine il più possibile ancora. I nostri corpi si cercano, si desiderano, l’eccitazione arde come legna sul fuoco, ci intrecciamo, ci fondiamo in un unico corpo. I volti riflessi nello specchio sono l’immagine della passione pura. Sento che anche lui sta arrivando al suo apice,il suo membro spinge sempre più forte dentro di me, ancora e poi ancora. Eccolo, esce dalla mia fessura e si avvicina alla bocca. Un fluido caldo e morbido mi inonda, sono piena del suo liquido. Mi accarezzo il seno spalmando gli schizzi del suo piacere, adoro spalmarmi il nettare sul corpo. Lui mi guarda, ha uno sguardo beato, gli occhi socchiusi ed il fiato che inizia a normalizzarsi. Si stende accanto a me abbracciandomi, posso sentire i battiti dei nostri cuori, godo di questi attimi di riposo.
Post recenti
Showing 44 comments
  • Roby
    Rispondi

    Bellissima questa lettera, anche io voglio vivere emozioni così con Aaron. Si sente dalle esperienze delle persone che non sei un semplice gigolò.

    • Aaron
      Rispondi

      Grazie mille, sono contento arrivi questo messaggio.

  • Alessia
    Rispondi

    Ti sei spinto un po’ troppo oltre,te la potevi risparmiare, se te la fossi tenuta per te sarebbe stato meglio.Al limite dell’ indecenza, altro che esibizionismo! Appuntamenti tutti uguali immagino e tutte che, perdonami, non so come esprimermi, che accompagnano il tuo membro nella loro bocca? Sempre col sesso estremo finisci l’appuntamento?Goduria emozionale pari a zero.Ma mi domando, l’accompagnatore è soltanto questo? E poi scrivi che vuoi farti conoscere per altro…per cosa se non per questo? Non torna nulla di ciò che scrivi, mi spiace.Curiosando e non adulando,si finisce col farsi un’ idea della persona.

    • Aaron
      Rispondi

      Ciao Alessia non l’ho scritta io, ma una persona che mi ha contattato e incontrato. Le emozioni che descrive sono molto belle e intense e scritte secondo me con tanta passione senza volgarità. E poi siamo su un sito di un gigolo non di un prete, non ci scandalizzeremo mica per dei racconti un po’ piccanti no?

  • Sara
    Rispondi

    Complimenti ha chi ha scritto la lettera, sembrava ci fossi li io con Aron, magari. Non l’ho trovato per niente volgare e poi scusa Alessia, ma il pompino tu lo trovi sesso estremo? Aron continua così, sei il numero 1 una marcia in più su tutti gli altri. Un caldo bacio saretta

  • Alessia
    Rispondi

    Ahahah…ma come siamo spiritosi! Punto primo si è capito che la lettera riportata qui sopra è una lettera che ti è stata destinata, punto secondo non so quanto essa possa essere veritiera, te la sei scritta da te, te la sei fatta scrivere da chi è del mestiere , oppure è stata scopiazzata da qualche libro per adulti se non su qualche sito Internet? Tranquillo, su questo blog, non vedremo mai nessuno nelle vesti da prete e mai nessuna chiedera’ di entrare a far parte delle Orsoline, o almeno credo, spero. Solamente intendevo dire che potevi tenertela per te, un pochettino volgare e sopra le righe, risulta eh….!

  • Alessia
    Rispondi

    Altra cosa, hai una sfilza di appuntamenti, però dici che le donne che ti chiamano sono poche, sei eterosessuale e non accetti quindi richieste da uomini….Ora, non so a te ma a me i conti non tornano…E poi….”Quanto è bello il mio uomo!”…non di una singola ma di tutte…tutte e nessuna mai ci aggiungerei!

    • Aaron
      Rispondi

      Buonasera Alessia non riesco a seguire il tuo ragionamento, mai detto che mi chiamano poche donne. Invece noto che tu mi segui tanto mi fa piacere 🙂

  • Sara
    Rispondi

    Alessia scusi se mi permetto, ma lei mi sa è stata rifiuta da Aron perché lo attacca su cose senza senso, si vede proprio che è arrabbiata. Sa il famoso detto la volpe che non aariva all’uva dice che è acerba ahah. Io sono uscita con Aron gli ho chiesto spensieratezza e divertimento lui ha fatto di più, mi ha reso totalmente me stessa mi sono sentita libera.

  • Alessia
    Rispondi

    Aaron me lo hai scritto tu, nella precedente ” puntata” se non ricordo male,vattelo a rileggere, mi sa che non ricordi! Aaron ti ho seguito perché tramite lo schermo, chiamala curiosità mi davi tanto di persona che cerca di prendere per i fondelli tutti, tutte attraverso la gentilezza, la dolcezza che tanto dici di possedere realmente.Sara, ahahah, no comment, pensala come vuoi, chi se ne importa! Quasi tutte che prendono le veci di avvocati difensori, quando la finirete?

  • La novizia di Monza....
    Rispondi

    Lettera un pò hot…..sono arrossitaaaaaaaaa……sto per prendere i voti…

  • Roberta
    Rispondi

    Spero almeno Aaron che per il bene di tutti, tu usi le dovute precauzioni, così da non dover incappare in qualche malattia, trasferendola alle clienti.

    • Aaron
      Rispondi

      In effetti mi sono preso la bronchite nonostante usi il preservativi mannaggia.

  • Sara
    Rispondi

    Ma io non devo difendere nessuno anche perché Aron ha un bel caratterino di suo, però mi danno fastidio certi commenti senza senso fatti per gelosia. Hai visto Aron in tv ti è sembrato prendesse in giro tutti perché educato e carino tanto da scrivergli cattiverie sul blog, ma chi ci crede? Aron ti avrà rifiutata lui è così a me piace proprio perché è così, è vero. Io ero uscita con altri gigolò in passato anche molto famosi ed era tutto finto, si si stava bene, ma si capiva fosse finto. Con Aron no lui non ti fa i complimenti per forza, lui è come lo vedi è sincero sempre nelle cose positive e negative e io lo stimo per questo. Mi ha dato delle lezioni di vita nonostante io sia più grande di lui, mi ha fatto sentire viva come non mai, lui non esce solo con te, non ti porta a letto, ci tiene a scoprirti e quando leggo queste scemenze mi arrabbio perché uomini come lui non ci sono ed è giusto allora che si paghino.

  • Alessia
    Rispondi

    Ahahahahah….Novizia di Monza… sei ganza! Mi sto sbellicando dalle risate, anche per la questione “malattie”…ahahahah!
    Aaron quando il tema ” scotta ” non rispondi, ma vabbè, ce ne faremo una ragione di vita…
    Hai gli occhi da dolce cerbiatto, sei talmente zuccheroso che credo che oltre alla bronchite tu mi stia trasferendo anche il diabete….!Buona giornata Bambi.:-)

    • Aaron
      Rispondi

      Può darsi Alessia facevo il pasticcere sai a quante ne ho fatto venire il diabete ahah.

    • La novizia di Monza....
      Rispondi

      Pure se sono novizia ….non sono intontita,nata ieri…di solito si fanno prima i preliminari compreso il sesso orale e poi avviene la penetrazione.Nella lettera risulta il contrario…è sesso inverso,alquanto anomalo…..Sembra più un racconto.Qualcosa di veritiero ci sarà ammesso si tratti di una donna che ha incontrato, ma anche di inventato per me c’è….il mio uomo lui? Hai le idee confuse cara scrittrice…e poi non deve esser la donna a prendere la testa dell’uomo per piazzarla giù,se lui vuole davvero lo fa spontaneamente,non deve esser guidato…sai con quante farà queste cose che ha fatto con te! Io mi pomperei,gongolerei meno al tuo posto…è l’ora per me dei vespri vi devo lasciare.Mi devo distaccare dalle cose terrene,materiali che mi potrebbero traviare,meglio pregare….

      • Autrice della lettera
        Rispondi

        Prega anche per me, perché ho molto peccato… Ahahah, scusa non ho resistito… Ovviamente è detto in senso ironico,la vita è già difficile così, qua voglio sentirmi leggera. Pace e bene a tutti

      • Autrice della lettera
        Rispondi

        Prega anche per me perché ho molto peccato!!! Ahahah scusa ma non ho resistito… Ovviamente è in senso ironico. La vita è già difficile così qua voglio sentirmi leggera. Pace e bene a tutti.

    • La novizia di Monza....
      Rispondi

      O te di dove te tu sei? Sicuro toscana :ganza si dice lì. Buona serata Alessia.

  • Autrice della lettera
    Rispondi

    Devo dire che mi sono divertita molto a leggere i vostri commenti. Prima di tutto, Sara ti adoro. Mi fa piacere che ti sia piaciuta la lettera/ racconto e su Aaron la pensiamo allo stesso modo. Volevo dire a tutte quante che il racconto innanzitutto non è stato scritto da Aaron, anche un bimbo capirebbe che abbiamo due modi di scrivere differenti. Non ha bisogno di pubblicizzarsi in questo modo,primo perché non ne ha bisogno e se lo fa, lo fa in grande, non con una letterina sul suo blog. Per quanto riguarda le puritane scandalizzate da parole non volgari ma facenti parte del sesso propongo di leggere Harmony,se ancora esiste..la mia mamma li leggeva sempre! Io ho descritto ( e…udite udite..ho omesso anche dalle parti che solo io ed Aaron sappiamo)come è andato il mio incontro con lui. Non è stato solo sesso e, se Aaron vorrà, potrà pubblicare anche la seconda parte della lettera e forse capirete meglio che lui è molto di più di un incontro di sesso. Fortunatamente, almeno nel sesso non ci sono regole, non si deve iniziare sempre in un certo modo, altrimenti…sapete che noia?????? Onestamente,e penso che ognuna di voi al posto mio la potrebbe pensare allo stesso modo, a me quel che importa più di tutto è che sia piaciuta ed arrivata a lui, soprattutto come messaggio che ho voluto dargli, e non solo per ricordargli come abbiamo passato la serata. Solo noi sappiamo la magia e le emozioni di quella sera, sono nostre e qualsiasi commento non le scalfiggerà perché sicuramente più forti di qualsiasi giudizio o pregiudizio. Preferisco far arrossire le persone piuttosto che impallidire, ma non mi sembra di aver descritto cose mai fatte da tutte voi! Per quanto riguarda l’affermazione” il mio uomo”.. beh, quella sera era il mio, pur consapevole che non è il mio e mai lo sarà nella realtà,ma quella sera sì… Che male c’è?
    Ringrazio ancora Aaron per tutto quello che ha fatto e che è x me, e sono lusingata che abbia voluto inserire questa mia lettera sul suo sito. Belle le nostre emozioni….

  • Tina
    Rispondi

    Su questo blog non esiste il tasto mi piace, non mi piace? Per Novizia e Alessia ci metterei un bel mi piace, anche se non vi conosco personalmente, trovo che avete scritto cose sensate e mi avete fatto morire dal ridere, tutto il resto credo si descriva da sé.

    • La novizia di Monza....
      Rispondi

      Grazie Tina! Autrice della lettera non sei riuscita a cogliere la mia ironia…figurati se io arrossisco leggendo cose osè riguardo al sesso ….la prossima volta ti consiglio di girare un video , mentre fate sesso sfrenato con il tuo viso nascosto e di mostrarcelo se vuoi davvero fare la disinibita…stai tranquilla che puoi continuare a fare sesso con lui anche ogni giorno basta che paghi….piccolo particolare da non dimenticare…buoni sogni e voi pindarici cara, ma Icaro per volare troppo vicino al sole fece sciogliere le ali di cera e poverino…..

  • Raffa
    Rispondi

    Bellissima lettera, non va sezionata cercando inutili pretesti per criticare e spargere inefficace polemiche. Che dire? non ho letto, ho vissuto in prima persona e ringrazio l”autrice e soprattutto Aaron per avermi fatto vivere un “emozione così forte. Siiii !!! può sembrare strano: ho sentito Aaron su di me e mi sono immedesimata in tutto. Che dire : ho una splendida e fervida fantasia? Potrebbe essere , tu Aaron
    sai come stuzzicarla e renderla fervidamente attiva
    Spero di incontrarti presto, perché realtà e fantasia si confondino in un dolce gioco erotici sensuale . ⚘

  • D
    Rispondi

    Anche questa sera ,come al solito ,non riesco a dormire e quindi mi concedo qualche minuto di Aaron. Ho letto la lettera. ……poi l’ho riletta……l’ho letta ancora una volta ………..mamma mia Aaron !!! Non mi sono chiesta se fosse vera , falsa ,ritoccata …francamente non me ne importa niente……è erotismo allo stato puro ! Scritta benissimo , le situazioni descritte con tanta ricchezza di dettagli che si riesce ad immaginare tutto perfettamente, ed ogni cosa senza mai trascendere nella volgarita. Al confronto l’autrice di “50 sfumature” è una dilettante. Però, superato il momento di agitazione provocato dall’immedesimazione ho dovuto tristemente ammettere, a me stessa,una cosa:che forse io ,in realtà, del sesso e dei suoi piaceri avevo conosciuto ben poco e soprattutto mi sono chiesta come ho fatto a lasciare che la mia vita trascorresse senza aver mai provato sensazioni come queste pensando che in fondo non fossero importanti e che potevo accontentarmi e farne a meno………….tristi riflessione notturne !

    • Aaron
      Rispondi

      La lettera non l’ho scritta io e devo dire non saprei scriverla così bene con così tanta passione e ci sarà anche una seconda parte. Per quanto riguarda la sessualità D devo dire che finalmente un commento serio che pone un dibattito costruttivo. Ti rispondo dicendo che secondo me l’amore ha le sue regole ben precise, mentre il sesso, la passione no, è istinto allo stato puro e non è mai troppo tardi per dare sfogo agli istinti.

      • La novizia di Monza....
        Rispondi

        Non vedo l’ora di leggere la seconda parte,mi servirà per masturb di sicuro…..ripeto un video potrebbe essere più eccitante… ma nessuno è in grado di arrivare a tanto in questi blog neanche voi escort !!!!!!!!!! Comunque ognuno scriva cosa vuole condivisibile o meno….se serve per sfogarsi in mancanza dell’uomo in questione bramato da chi scrive… !!!!!!!!!!

        • Aaron
          Rispondi

          Ciao 🙂 lo trovo di poco gusto un video hard è molto più intrigante una lettera dove ognuno si immagina la scena e può viaggiare con la mente.

          • La novizia di Monza....

            Secondo me non sarebbe di cattivo gusto,ma il problema è che non si possono postare certi video anche volendo, perchè farebbero chiudere il blog. ,Quando si fa questo tipo di lavoro……non si può parlare di cattivo gusto per un video hard o quasi hard .A me piace vedere sesso eplicito, più che immaginare… ci sono uomini con gli stessi miei gusti :a ognuno il suo o i suoi….

  • Sandra
    Rispondi

    Ma e’inventata..ovvio

    • Aaron
      Rispondi

      Ciao Sandra ci sono degli articoli che scrivo io che sono tra verità e immaginazione, ma questa è una lettera che racconta un’esperienza non l’ho scritta io 🙂

  • Sandra
    Rispondi

    Ma Aaron e Roby sono la stessa persona? Gli unici due nomi ad essere in rosso

    • Aaron
      Rispondi

      Ancora non sono diventato una donna ahahha! Non so perché Roby sia in rosso sinceramente.

  • Sandra
    Rispondi

    Se leggete bene la lettera ci sono tanti particolari che confermano la poca e forse nulla veridicita’…nonostante qualcuna si spacci per autrice…siamo nate ieri?Non credo Tenete sempre presente che e’ tutto finto…come con tutti i gigolo.Sono tutti gentili e amorevoli…si chiama marketing..cercate di essete realiste e non vedere cio che non esiste

  • D.
    Rispondi

    Io non capisco molto questi commenti ,a mio parere non hanno alcun senso :vero ,finto ;reale inventato;fanno sul serio non fanno sul serio .Ma che importa .Una donna non chiama un gigolò per cercare l’uomo della propria vita. Un accompagnatore deve farti vivere un sogno e a quanto sembra è una cosa che sanno fare bene e poi i sogni devono essere fatti anche di fantasia.Leggere una lettera come questa è estremamente intrigante e ti fa nascere il desiderio di vivere certe emozioni ed è importante perché se certe sensazioni prima non le vivi nella mente e le desiderari fortemente non le vivrai mai neanche nel corpo.

  • Autrice della lettera
    Rispondi

    Mi sa che qua l’unica ad essere finta oppure un pò invidiosa sei tu. Sono curiosa di capire quali sono i particolari finti in questo racconto. Sai,il fatto che per qualcuno possano essere inventati, ma io ed Aaron sappiamo essere veri,come altre cose non messe nella lettera, li rende ancora più speciali,perché li abbiamo fatti nella realtà. Trovi più finto un incontro con un accompagnatore oppure vivere un matrimonio dove si deve quotidianamente mandare giù situazioni scomode ma senza farlo capire al mondo?
    Se trovi questa lettera una strategia di marketing allora mi sa che sei molto lontana dalla realtà, se fosse così, Aaron sarebbe un imprenditore di se stesso fallito. Chissà, magari dietro il nome Sandra si nasconde un collega un pò rosicone..ma questa è la mia idea.
    Come dissi l’altra volta, niente e nessuno riuscirà ad intaccare o sporcare le nostre emozioni.
    S.

  • Sandra
    Rispondi

    Cara autrice della lettera se pensi che si tratti di un collega rosicone allora noi pensiamo che sei un amica compiacente..leggi bene .pensiamo IN MOLTE che alcune e dico alcune(nn tutte) cose siano inventate ..come il fatto che ti e venuto dentro senza protezione..xche se e” cosi …e” una cosa piuttosto GRAVE….

    • Autrice della lettera
      Rispondi

      Ma secondo te siamo così sciocchi da fare una cosa del genere senza protezione? Se sei sensibile,anche con il preservativo riesci a sentire quando l’uomo viene. Nel racconto non stava bene specificare una cosa così, ma la davo x scontata. Pensate ciò che volete,non si può piacere a tutti ed alcuni criticano solo x il gusto di farlo.
      Magari fossi un’amica compiacente…non dovrei pagarlo.. Ed invece…

  • Francesca
    Rispondi

    Ragazzi e ragazze,io ho letto prima la seconda parte e poi la prima,perché purtroppo ho sempre pochissimo tempo,non ho trovato nulla di volgare,o di scabroso,anzi,devo fare i complimenti alla protagonista ,che mi ha fatto provare a tratti la pelle d’oca e anche un’invidia sana dai… io penso che tutto ciò che Aaron pubblica qui sulla sua rubrica venga fatto con lo scopo di creare dibattiti,confronti,tutto qua.
    Per quanto riguarda il pezzo in cui la protagonista afferma di avere un marito,anche li,nulla di strano,dopo anni di vita insieme la passione scompare e quel tipo di sensazioni ed emozioni ,inutile dirlo,non le vivi più in coppia,e forse Aaron rappresenta un po’ quella sterzata alla monotonia,e quella marcia in più che servono ad una donna per farla sentire tale. Prima o poi sterzero’ anche io,ahahahahah

    • Aaron
      Rispondi

      Questi sono i commenti che vorrei sempre. Estremamente educati e che creano appunto un dibattito costruttivo, grazie del commento Francesca

    • S. (la vera!)
      Rispondi

      Grazie dei complimenti Francesca, apprezzo molto ciò che hai detto ed il fatto di averti fatto provare delle emozioni con il mio racconto beh..mi rende felice. Aaron per me non è solo una sferzata di energia dall’inevitabile monotonia familiare ma è la mia follia, la mia linfa, la mia ancora quando ne ho bisogno e soprattutto è stato il supporto per la mia rinascita come persona e ancor di più come donna. Quando l’autonomia dalla sua positività ed allegria sta per svanire, inevitabilmente lo richiamo per ricaricarmi. Se vuoi un consiglio spassionato, non posso che dirti FALLO! Sterza Francesca, sarà un toccasana. Non posso che essere di parte( seppur con gelosia) e consigliarti questo giovane elegante uomo dall’animo puro. Aaron ti entra dentro, ama ciò che fa e te lo dimostra con i suoi modi e con il suo sguardo magnetico ( anche un po’ paraculo… ma… che rimanga tra noi ovvio ahahahah)

      • Aaron
        Rispondi

        Aaron ti entra dentro è stata una frase azzeccata ahahaha

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

aaron gigolo accompagnatore per donne