Aaron gigolo intervista a Radio Rai 2

 In Blog

buonasera in questa intervista ho voluto rispondere alle dichiarazioni rilasciate da un collega che mi trovavano in disaccordo, credo sia bello in un lavoro particolare come quello che svolgo avere diversi punti di vista. Se vuoi ascoltare la mia intervista nella trasmissione radiofonica ” i lunatici” su radio Rai 2 clicca sul Link

Post recenti
Showing 8 comments
  • Francesca
    Rispondi

    Ciao Aaron,credo che la tua precisazione sia stata impeccabile,noi donne viviamo per sentirci importanti e il fatto che a volte chi dovrebbe farci sentire così non lo fa,mina notevolmente la nostra autostima… Anche io sono in disaccordo con l’opinione dell’altro gigolo,evidentemente il suo modo di lavorare è finalizzato solo al fattore economico,sicuramente anche tu lo fai per quello,ma il tuo modo di porti e di entrare in sintonia con la donna,è questo che fa la differenza,e poi sei proprio simpatico,la battuta sul profumo è stata forte!! Continua così.

    • Aaron
      Rispondi

      Ciao Francesca e grazie del commento. Si per me è un lavoro, ma amo quello che faccio e volevo precisare certe cose, poi ognuno ha la sua opinione e il mondo è bello perché è vario. Comunque sul profumo non era una battuta funziona veramente ahahahahhaah

      • S. (la vera!)
        Rispondi

        Confermo! Funziona!!!!!!!!! Ahahahah
        Spero che non l’avrai già finito per quando ci vediamo… Con quel profumo addosso sei solo da… Beh,te lo dico tra pochi giorni…

  • D.
    Rispondi

    Buona sera Aaron. …forse meglio buona notte ! Ormai Lo sai che per me questa è l’ora delle riflessioni . Ho ascoltato sia la tua intervista sia l’intervista di Roy ,che sinceramente mi ha sconcertata .
    L’unica cosa che posso dire è che hai fatto bene a prendere le distanze dalle opinioni di Roy perché c’era il rischio che passasse il messaggio che quella potesse essere l’opinione che hanno tutti gli accompagnatori e quindi anche la tua . Comunque ti riconosco un gran coraggio ,hai osato sfidare il gran capo “toro seduto”.
    Comunque chi ti ha intervistato si è divertito da matti. A proposito ……che profumo è? Guarda che voglio sentirlo anche io !

    • Aaron
      Rispondi

      Ciao mia cara D in realtà non è una sfida, ma soltanto un punto di vista diverso su questo mondo così particolare che è quello dell’accompagnatore per donne. Si I ragazzi della trasmissione si sono divertiti tantissimo alla fine della puntata siamo sentiti e ci siamo ringraziati a vicenda. Per quanto riguarda il profumo occhio eh che è pericoloso ahah

  • Emanuela
    Rispondi

    Ciao Aaron. Forse non ti ricorderai di me, ci siamo sentiti x whatsapp questa estate. Comunque sono capitata per caso su questo post, non sapevo che anche tu fossi stato intervistato da i lunatici. Avevo solo la versione di Roy. Tu sei molto più morbido con le tue clienti e nei riguardi del tuo lavoro. Roy è molto più cinico. Non so se dipenda dal carattere, da un pregresso psicologico o dagli anni di questa vita. Tu lo fai da pochi anni in fondo, lui da molti di più. Forse con gli anni venire a contatto con tutte queste donne problematiche, che magari pretendono, che a volte si innamorano e via dicendo diventa emotivamente spossante e pesante da gestire. Magari perdi l’entusiasmo, l’amore per le donne e pensi “cavolo, un’altra a cui devo insegnare a scopare!” o cose del genere. È la storia del medico o dell’infermiere che parte con passione e dedizione e poi le perde strada facendo stando a contatto con lo stress, con le mente dei pazienti che ti assillano, con i problemi, la stanchezza, i turni snervanti. Così le persone con cui ti relazioni perdono un po’ la loro componente umana e ai tuoi occhi diventano oggetti. Forse il lavoro di gigolò parte bene e col passare degli anni, man mano ti addentrò, ti imbruttisce un po’, ti desensibilizza nei rapporti con gli altri. Tu non credi? Ti saluto e ti auguro buona serata.

    • S. (la vera!)
      Rispondi

      Mi trovi d’accordo con te, Emanuela. Sono due uomini dal carattere e da un background diverso,sono di due generazioni differenti, ma penso che,come hai spiegato te, a lungo andare, questa professione ti rende un po’ impermeabile a determinate emozioni e diventa un lavoro per guadagnare e basta. Roy, a mio avviso, se prima poteva amare questo lavoro,ora lo dice perché non può dire il contrario, altrimenti non lavorerebbe,ma penso che ami di più lo stile di vita (non la qualità di vita,che è ben diversa) che questo mestiere gli permette di avere. Più di una volta, parlando con Aaron ho cercato di fargli capire che può capitare che si diventi così cinici, ma mi auguro che resti sempre, anche in futuro, un giovane uomo elegante ed educato con dei valori solidi e che non si faccia travolgere dal ” successo”. E se ciò accadrà, che decida di cambiare rotta e magari di fare altro se si stuferà e non gli regalerà più le emozioni di cui lui si nutre per svolgere al meglio ciò che fa. Mi sento anche di dire però che spesso noi donne inconsapevolmente pensiamo che loro abbiano il dovere di essere sempre presenti per qualsiasi cosa ed in qualsiasi momento x noi ma non è così. È anche un po’ il nostro atteggiamento nei loro confronti che fa risultare non sempre piacevole l’approccio. Dobbiamo accettare e comprendere che sono solo uomini, non supereroi.

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.